Una nuova fase per SpazioDati: Cerved Group investe 1,3 milioni di euro

cerved
Lo abbiamo anticipato la scorsa settimana via Twitter, rilanciando una delle prime news in Rete che ne parlava:

Da “Il Sole 24 Ore“: Cerved Group investe 1,3 milioni di euro in SpazioDati, startup specializzata in Big Data

spaziodati-cerved

Per facilitarci nella rassegna stampa, abbiamo creato un topic dedicato su Scoop.it:
-> Rassegna stampa & press su SpazioDati on Scoop.it

Da tutto quello emerso in Rete, citiamo un paio di paragrafi chiave dall’intervista su startupitalia.eu, che sono il passaggio da focalizzare:

Michele Barbera, CEO di SpazioDati «Noi facciamo due cose. Una è prendere i dati e dargli un senso. Questa funzione ce l’hanno anche altre startup italiane. L’altra, invece, che è più caratterizzante, è usare i dati che abbiamo raccolto per costruire la nostra tecnologia. Di che si tratta? Si tratta di analizzare i testi e capire di cosa parlano. Ci sono alcuni competitor che fanno ciò, ma usano un approccio tecnologico completamente diverso; riescono ad interpretare solamente frasi fatte bene e testi lunghi. Noi, invece, siamo capaci di analizzare anche frasi brevi, come tweet, e capirne il senso».

Stefano Gatti, Innovation & Data Sources Manager , Cerved Group «Ci occupiamo di offrire soluzioni per valutare la solvibilità delle imprese e delle persone, andando ad attingere da diverse fonti. Ci servivano nuovi dati, nuove fonti, ci stiamo affacciando al mondo del web e a quello dei social media. In questo panorama ci siamo avvicinati a Michele» «Abbiamo valutato diverse startup che hanno a che fare con i dati, poi abbiamo deciso di fare l’investimento in SpazioDati».

“Il nostro obiettivo non è quello di acquisirli, non si tratta neanche di una partnership, né di outsourcing. Vogliamo farli crescere orientando una parte dei loro progetti.”

È un momento di euforia e di grande motivazione, oltre che di sfida, ora che un gruppo come Cerved ha deciso di supportare la nostra realtà. Le possibilità di sinergia e di stimolare nuovi scenari ci sono, mai come oggi. La vera sfida è quella di continuare a far crescere la piattaforma Dandelion API ed il grafo di conoscenza sottostante, per migliorare e creare nuovi servizi. Citando Michele Barbera, dal comunicato stampa:

“La partnership e l’investimento di Cerved Group in SpazioDati sono un passo fondamentale che apre nuovi scenari. Fino ad oggi la gran parte del potenziale innovativo di una miriade di sviluppatori indipendenti e PMI è stato limitato dalla difficoltà di accedere a informazioni economiche di qualità. Grazie alla partnership con Cerved possiamo rivoluzionare questo settore”

Arriveranno riflessioni dettagliate anche su altre implicazioni relative al nuovo legame Cerved – SpazioDati: ora infatti anche il mercato italiano e la comunità Open Data hanno un caso studio di valore sulla filiera dei dati.
Non è poi da sottovalutare il legame e l’interesse espresso da Cerved Group verso una realtà come la nostra, che mantiene il nodo italiano di DBpedia e progetti che abilitano nuove filiere, anche community based: pensiamo al progetto LinkedStat, o alle integrazioni a strumenti Open Source come l’estensione NER a Open Refine.
Tutta la filiera della catena del valore legata ai dati, anche Open Data, ne trarrà beneficio.

Riferimenti principali: